Vanilla Sky

Intervista ESCLUSIVA! Vanilla Sky per The Metal Up!

Giacomo Voli!

Solo per voi: l'intervista allo strepitoso Giacomo Voli

DESTRAGE

Di seguito la Strepitosa Intervista fatta ai DESTRAGE!!!

BLASTEMA

L’intervista a una delle migliori realtà Italiane!

Intervista ai DESMA

Di seguito l'intervista esclusiva fatta ai DESMA

Notizie più Recenti!

Gli attuali "Ice Breakers", cominciano la loro carriera come gruppo musicale nella primavera del 2009, quando, dopo aver scoperto quasi per caso di avere lo stesso insegnate di chitarra, i chitarristi Cristian e Mirko e il batterista Valerio si uniscono per alcune sessioni di prove, accompagnati sin dal primo momento da alcuni amici gia facenti parte di una loro band. Il gruppo viene chiamato a suonare alla festa della birra di Poviglio, come gruppo locale, e per l'occasione adotta il provvisorio nome "Built For Speed", e prepara un set di sei cover Rock e Grunge anni '90; il primo concerto si tiene quindi la notte del solstizio d'estate del 2009. Dopo questa prima apparizione, la band, decide di continuare l'attività per dare vita a qualcosa di più, il microfono viene preso dall'attuale cantante Nicholas, e il gruppo comincia a comporre pezzi di propria fattura. A fine estate il gruppo riesce a tenere due concerti: uno alla notte bianca di Guastalla e ad una festa del Centro Kaleidos di Poviglio, dove propone per le prime volte i propri brani; anche se in con l'inizio della stagione scolastica, l'attività del gruppo rallenta. Nel novembre dello stesso anno viene proposto al gruppo, dal Comune di Poviglio, un concerto per celebrare il gemellaggio che sì terra fra Poviglio e Pledran l'anno successivo; il gruppo spinto da quest’occasione di portare la propria musica oltralpi, decide quindi di rimboccarsi le maniche. La band e costretta a cercare un nuovo bassista, a causa dell’abbandono del primo, e sempre grazie al maestro Lupus, viene a contatto con il borettese Riccardo di appena 15 anni, che fa il suo esordio con il gruppo al 1° festival Rock di Santa Vittoria, primo concerto per il gruppo sotto il nome "Ice Breakers", ideato dal cantante Nicholas. Con questa formazione, il gruppo cerca quindi, in accurate e sostenute sessioni di prove, di trovare un proprio sound per distinguersi fra i classici gruppi Hard Rock, cercando di creare e ottimizzare il proprio stile. La band tiene quindi il concerto in terre francesi a metà maggio del 2010, eseguendo oltre 5 pezzi propri, preparati durante l'inverno. Dopo questa straordinaria esperienza la band comincia a preparare la stagione estiva, tenendo alcune date. Sempre quell'estate il gruppo approda sul web 2.0 prima con FaceBook.. e poi con MySpace e successivamente con svariati siti e social network, anche stranieri, dedicati a band emergenti; inoltre viene registrata la prima Demo con 4 pezzi inediti grazie a Carlo Izzo, ai Moonlight Studios di Parma e come sempre alla supervisione del maestro Lupus. Negli ultimi tempi, gli “Ice” stanno ottimizzando il lavoro in sala prove cercando di accurare al meglio le proprie canzoni e continuando a comporre pezzi per il sempre crescente tappeto di fan.
Ice Breakers are: Nicholas Torelli – vocals - frequenta la scuola di canto da appena un anno, porta con se influenze dalla musica indie inglese moderna come gli Stereophonics, cosi come dalla musica americana, come Boston e Red Hot Chilli Peppers e della musica italiana melodica.
Cristian Donà – guitar - frequenta da 2 anni la scuola di chitarra di Poviglio, allievo del maestro "Lupus", trae ispirazione dai grandi chitarristi Hard Rock e Grunge della storia; in primo luogo, Slash e Kurt Cobain, Joe Perry e l'immancabile Jimi Hendrix;
Mirko Bellanova – guitar - anch' esso allievo di Lupus da 2 anni, predilige il sound Blues rispetto agli altri stili Rock, anche se non mancano le influenze di Hard Rock classico, tra i suoi maggiori ispiratori spicca in particolare la figura di Angus Young;
Riccardo Dall’aglio – bass guitar - il più giovane della band, frequenta la scuola di basso di Boretto da 2 anni, anch'egli sotto gli insegnamenti del Lupus, anche se in ruolo di bassista, le sue influenze non si fermano al Rock ma spaziano anche nel Metal fino a raggiungere anche i Metal più estremi come In Flames, Volbeat e Canibal Corpse;
Valerio Marzi – drum - classe 1991, frequenta la scuola di batteria di Poviglio da 4 anni e la scuola di chitarra da 2, sotto gli insegnamenti dei maestri Riccio e Lupus. Non ha un preciso orientamento musicale, data la sua lunaticità, poiché le sue esperienze provengono dai generi più disparati (Rock, Blues, Pop, Progressive, Psichedelica, Jazz, Metal, Grunge, Punk, Visual, JMusic, D&B, Indie, Fusion, Funky, Loudge, Sperimentale, Folk, Post, e chi più ne ha più ne metta) anche se fra i suoi maggiori ispiratori, parlando di batteria, abbiamo Mike Portnoy, Yoshiki e John Bonham.

 Line-Up
·        Nicholas Torelli (Voice) 
·        Cristian Donà (Guitar)
·        Mirko Bellanova (Guitar)
·        Riccardo Dal'Aglio (Bass) 
·        Valerio Marzi  (Drum)


For More Info - MySpace | Facebook | Vote For Heineken Jammin Festival





 




Sponsorizzati Qui


↑ Torna Su ↑