Vanilla Sky

Intervista ESCLUSIVA! Vanilla Sky per The Metal Up!

Giacomo Voli!

Solo per voi: l'intervista allo strepitoso Giacomo Voli

DESTRAGE

Di seguito la Strepitosa Intervista fatta ai DESTRAGE!!!

BLASTEMA

L’intervista a una delle migliori realtà Italiane!

Intervista ai DESMA

Di seguito l'intervista esclusiva fatta ai DESMA

Notizie più Recenti!

Di seguito l'intervista alla band Irpina, a rispondere alle nostre domande è il cantante e chitarrista Carlo Ferraro

 

1)    Ciao ragazzi, raccontateci un pò da dove venite, come si è formata la band e perchè questo nome.


Il nome Malbianco è il nome comune di una malattia parassitaria vegetale: l’ Oidio.
La band è stata fondata da Carlo (chitarra e voce) nel 2014 dapprima come progetto solista poi come band con l’arrivo di Antonio e Alessandro durante il 2015. Quando non siamo in viaggio siamo di base in Irpinia.

 

2)Come state vivendo questo periodo?

 

Beh diciamo che oramai ci abbiamo fatto il callo, usi e abitudini sono cambiate e siamo stati caparbi a cambiare insieme a loro. La musica non ci manca, ci vediamo regolarmente nel nostro studio sia per le prove, sia per le registrazioni del nostro nuovo EP.

 

3) Parlatemi del vostro singolo ''sono una bomba'' e da che idea è venuto fuori il video

 

“Sono Una Bomba” è il secondo singolo estratto da “Galline Elettriche”, il nostro terzo album in studio. È un brano “violento” che narra il nostro pensiero di libertà e traendo largamente ispirazione dalle vicende di UnaBomber. Il video è stato girato in quel di Roma.
Da un idea di Elisa ed Isabella coadiuvata dalle ragazze del Capibara Lab (Martina, Lidia, Flavia). Unico maschietto nel video oltre noi è Filippo attore protagonista. Ragazzi stupendi andateli a seguire sui social.

 

4)Da cosa traete spunto per i vostri testi?

 

Non abbiamo muse ispiratrici ma solo vita vissuta. È tutto ciò che ci colpisce nel bene e nel male. La musica di Malbianco è viscerale, allegra e triste al tempo stesso. Un dipinto di noi tre rinchiuso nella penna di Carlo.

 

5)Ho letto dal vostro profilo instagram, che presto uscirà un nuovo EP, potete darci qualche informazione in merito?

 

Ci avete scoperto (ridono). Ebbene si abbiamo partorito musica nuova. La quarantena e la pandemia ci ha cambiato. Abbiamo avuto modo di guardare attraverso noi stessi, partorendo 6 brani sfuggenti come lampi e profondi come immense voragini.

Però, per ora non possiamo dirvi altro. Mantenete il segreto (ridono)

 

 6)Come avete scoperto il rock, e cosa vi ha spinto a formare una band?


La musica è stata un’esigenza e gli strumenti sono stati un mezzo per farla. 


Avremmo potuto suonare le pentole oppure sbattere dei sassi contro un muro, l’importate è dar voce a ciò che abbiamo dentro. Non ha molto importanza delle etichette che ci appiccicano addosso, essere da solo o in gruppo, suonare rock, pop, metal o indie.

Siamo solo persone che hanno tanto da dire.

 

7)Digitale o cd e vinile, e perchè?

 

Avete ancora il lettore cd?!

Che giurassici!

Ahimè bisogna stare al passo e per quanto ci piaccia avere una copia fisica tra le mani ormai si può avere tutto all’interno dello smartphone.

Il ritorno ai vinili è sfizioso, ma la moda hipster delle musicassette ci inquieta.

 

8)Progetti futuri?

 

Obbligare tutti a vaccinarsi per ritornare sul palco.

 

9) Conclusioni, uno spazio libero per dire ciò che vi pare..

Quella cavalla là non è la stessa più non è la stessa più.
Baci ai pupi.

 



 

 






Sponsorizzati Qui


↑ Torna Su ↑